ATTENZIONE !!

RICORDO CHE IL BLOG PROSEGUE LA SUA ATTIVITÀ AL NUOVO INDIRIZZO:

http://nonsimollamai.blogspot.it/p/home-page.html

(Andrea.comunicaztion)

martedì 8 aprile 2014

LA RICERCA DEL LAVORO SUL WEB. (di CA)

Nell'articolo [ http://www.forexinfo.it/Lavoro-i-5-siti-piu-utili-per ] si parla della difficolta di trovare lavoro e delle nuove possibilità di ricerca offerte dal web. Per i lettori di questo blog non è una novità in quanto c'è una pagina interamente dedicata a raccogliere i link ai siti più noti per la ricerca.

Non c'è che dire, rispetto al passato è un metodo comodo, chi di noi non lo usa ...

Non so se capita anche a voi, si inviano svariati curricula con mail dal testo sempre mutevole perchè si cerca di personalizzarlo il più possibile in relazione al tipo di candidatura ed alla figura interessata per rendere il tutto più efficace. Oppure, ci si iscrive direttamente sui siti, si inserisce il curriculum e, quando si trova una offerta interessante, bastano un paio di click ed ecco la candidatura che parte.
Se mandi il curriculum per mail qual'è la funzione che ti accerti di aver attivato prima di cliccare su "invia"? Ovvio, la "chiedi conferma di lettura". Arriva la conferma di lettura ... una, due ... .... adirittura tre conferme di altrettanti operatori diversi. Wow, dici, beh ... letta l'anno letta. Poi?
Silenzio ... silenzio ... silenzio.
Provi a telefonare, se nell'offerta c'era anche il num. di telefono, chiedi di poter parlare a quattro occhi con una persona; ti chiedono: "ha inviato il curriculum tramit mail?"; rispondi "si, certo, ma essendo passati alcuni giorni ..."; ricevi la classica risposta secca (più o meno perentoria): "a bene, non serve fissare alcun colloquio, appena prenderemo in mano la sua candidatura, se sarà il caso, la contatteremo noi.",

Ovviamente il metodo on line è comodo e bisogna aprofittare di questa possibilità ma, come ben sappiamo, non può essere l'unico. Personlmente dò notevole importanza al potersi "guardare negli occhi". Il problema resta il mercato. Possiamo inventare tutti i modi possibili per inviare i curriculum ma se dall'altra parte non c'è più l'interesse di investire anche nelle persone che si dimostrano interessate, serie e volonterose (dando modo di fare anche la fatidica "esperienza" che tanto viene richiesta e sottolineata ma divenuta, ormai, una chimerica possibilità) allora si resta in uno stato di stallo.

Perchè non ci raccontate anche voi come vi state muovendo sul mercato, quali metodi state usando e, soprattutto, che risultati stanno dando.

(CA)