ATTENZIONE !!

RICORDO CHE IL BLOG PROSEGUE LA SUA ATTIVITÀ AL NUOVO INDIRIZZO:

http://nonsimollamai.blogspot.it/p/home-page.html

(Andrea.comunicaztion)

mercoledì 26 marzo 2014

ABOLIZIONE PROVINCIE: SIGNORI MIEI ... CHE CAOS !! (di CA)

Decreto abolizione Provincie ... ovvero, un grande caos. Si, caos, perchè di fatto, il decreto cambia qualcosa per non cambiare niente.
Quando si parla di "abolizione delle Provincie" un cittadino sempliciotto come il sottoscritto pernserebbe, di primo acchito, all'eliminazione dell'Ente, alla razionalizzazione (FINALMENTE !!)
di una parte della nostra struttura organizzativa/gestionale. Invece? Invece, si pensa a "trasformare" questo Ente intermedio, a toglierli una parte delle competenze lasciandolo come sorta di "struttura di collegamento" tra i Comuni e le Regioni. Ovvero, praticamente come prima.

Ma possibile che i Comuni abbiano bisogno del "papà" che li prende per manina e li accompagna in Regione parlando per loro? Possibile che non si capisca che la nostra struttura gestionale, che poteva essere necessaria nel dopo-guerra per dare sufficiente "sicurezza" che certe situazioni non si ripresentassero, oggi come oggi è solo burocrazia, perdita di tempo, inefficienza, un pozzo senza fondo dove finiscono i nostri soldi?

A mio avviso bisogna semplificare la struttura. Come? Via gli Enti intermedi, non cambiargli solo il nome. I Comuni devono dialogare da soli con le Regioni. Bisogna arrivare ad un Parlamento unicamerale snellendo le procedure decisionali.
Questa sola strada potrebbe portare alla tanto agognata condizione in cui si decide e agisce di più e si chiacchera di meno ... chi vuol intendere ...

(CA)

Articoli correlati:

Abolizione Province: in un video, il disegno di legge Delrio in pillole
Province, il governo mette la fiducia. Renzi: "Salvare rapporto con cittadini"
Province: Saitta, ddl non le abolisce, crea solo confusione
Province, sì del Senato alla fiducia Il ddl Delrio torna ora alla Camera